LA PENNICHELLA IN UFFICIO AUMENTA LA PRODUTTIVITÀ

Tempo di lettura : 3 minuti

Ci siamo, sta arrivando… Avete presente il classico momento di sonnolenza post pranzo che arriva mentre siete al computer o addirittura in piena riunione? Volete riprendervi, ma è impossibile, la stanchezza è più forte di voi. Un caffè, vitamine…? E perché non una pennichella?

Uno studio della NASA ha dimostrato che fare un sonnellino di una ventina di minuti permette di aumentare la concentrazione del 34% e il livello di produttività del 25% (incredibile, eh?). Anziché essere una perdita di tempo, un pisolino di così poco tempo può davvero rendervi più efficaci.

Addirittura, anche i geni più indiscussi dell’umanità avevano quest’abitudine. Einstein, per esempio, riusciva a dormire fino a 11 ore al giorno, mentre Napoleone faceva una pennichella ogni giorno. Per non parlare di Jaques Chirac, che dormiva sempre durante i suoi spostamenti da un posto all'altro.

Allora, perché non fare come loro e schiacciare un pisolino anziché rischiare di addormentarsi davanti al computer?

Noi di Tediber vogliamo consigliarvi come ottimizzare la vostra pennichella a lavoro così da poter essere super concentrati durante tutta la giornata.

Manuale d’istruzioni per una pennichella perfetta

Prima di tutto, ecco a voi qualche consiglio scontato, ma che bisogna sempre ricordare: evitate la caffeina e gli zuccheri prima del vostro sonnellino. Vi impediranno di prendere sonno rischiando di non farvi dormire affatto.

Dove fare la pennichella

Fare un pisolino sta caratterizzando il mondo del lavoro sempre di più, ma non è ancora entrato a far parte delle abitudini italiane. L’idea della così detta nap room arriva dall’America e si sta espandendo anche in Europa.

Qualche società italiana ha già allestito una sala relax presso i propri uffici, ma difficilmente pensiamo che questo sia il vostro caso, non è vero?

Se avete un ufficio tutto per voi, allora è facile. Cuscino sulla scrivania ed è presto fatto. E se invece lavorate in un open space? Perché non aggiungere una bella poltrona sulla quale riposarvi? Se fa bello poi, non pensateci due volte e uscite per sdraiarvi al parco! Ultima opzione per i più avventurieri: nascondetevi in bagno. Ma non fatevi scovare!

L’ora della pennichella

L’ideale sarebbe dormire tra le 13 e le 16 (ma non dalle 13 alle 16!). E’ importante fare abituare il corpo a riposarsi sempre alla stessa ora della giornata e per la stessa durata di tempo. Vi consigliamo di fare un pisolino ristoratore di 20 minuti, mettendo la sveglia.

Inoltre, i cicli di sonno variano da una persona all’altra, perciò dovrete provare a dormire per più o meno tempo per capire cosa vi farà meglio. L’idea è quella di dormire abbastanza, ma senza che il pisolino duri troppo a lungo per evitare di entrare nella fase di sonno profondo.

Tuttavia, se avete dormito male durante la notte, un pisolino di 45 minuti è accettato… Non diremo niente tranquilli!

In ogni caso, seguite i bisogni del corpo e decidete voi quando concedervi dei momenti di relax per essere più efficaci a lavoro!

E' vero, noi di Tediber siamo fortunati perché abbiamo un Incredibile materasso in ufficio sul quale possiamo schiacciare dei mini riposini. Anzi ora che ci pensiamo, è proprio l’ora di dormire un po’, zzz…

Pubblicato il 19/07/2019

Scopri anche

Dormire al buio: è consigliato o no?
Come scegliere una rete per il materasso?
Materasso duro o morbido?
Condividi l’articolo

Scopri le foto dei nostri incredibili clienti