COME SCEGLIERE UNA RETE PER IL MATERASSO?

Tempo di lettura : 4 minuti

Avete voglia di cambiare materasso, avete già fatto la vostra scelta ma c’è ancora qualcosa che vi tormenta: devo cambiare anche la rete?

La risposta è semplice: dipende tutto dal materasso che scegliete. Nel caso di Tediber, l’impatto della rete sulla qualità del sonno è pressoché nulla.

Perché? Perché i 19 cm di schiuma ad alta resilineza (HR) apportano tutta la rigidità necessaria. L’impatto della rete è minimo e la scelta del modello dipenderà dalle vostre preferenze in termini di sostegno. Più la superficie di contatto è dura, più il sostegno offerto da Tediber si avvicinerà alla perfezione.

Conclusione: se l’attuale rete non è rotta, non c’è alcun bisogno di cambiarla.

rete tediber

Quindi perché è importante la rete?

Perché garantisce all’aria di circolare perfettamente attraverso il materasso e previene la proliferazione degli acari.

Quale rete scegliere e perché?

LA RETE A DOGHE: la più diffusa

doghe per la rete

La rete a doghe è il modello più diffuso. Questo tipo di base letto ha il vantaggio di essere compatibile con tutti i tipi di materassi e offre un’ottima aerazione, garantendo così l’igiene del materasso. Per quanto riguarda i modelli, ce n’è per tutti i gusti. Dal modello più standard a quello che permette di modulare la durezza delle doghe a piacere.

Esistono due tipi di doghe:

le doghe flessibili o ergonomiche

sono, per definizione, più flessibili e quindi si adattano meglio alla morfologia. Apportano un comfort più sof e sono molto robuste. Questo tipo di rete offre il miglior rapporto qualità prezzo e una durata di vita molto più importante rispetto agli altri modelli disponibili sul mercato.

le doghe rigide o fisse

procurano un sostegno e una rigidità maggiori. Ma attenzione, questo tipo di doghe non possiede alcuna elasticità ed è quindi più fragile.

LA RETE A SOSPENSIONI: la più rilassante

rete a sospensioni

La rete a sospensioni, meno conosciuta, offre un sostegno personalizzato per ogni zona. È composta da sospensioni flessibili e multidirezionali che accompagnano i movimenti del corpo durante la notte.

A lungo utilizzata come rete a scopo rilassante, è perfetta per le persone con problemi di schiena. Come la rete a doghe, anche questa rete permette al materasso un’aerazione perfetta e previene quindi la proliferazione di acari.

LA RETE ELETTRICA: la più high tech

rete elettrica

La rete elettrica esiste in versione a doghe o a sospensioni. La prima garantisce una rigidità superiore alla seconda. Il vantaggio di questo tipo di rete è che si adatta a livello individuale e offre un comfort personalizzato.

La rete elettrica a sospensioni ha invece la particolarità di combinare i benefici del sostegno a zone alla possibilità di sollevare certe parti del corpo.

LA RETE A MOLLE: la più morbida

rete a molle

La rete a molle è più adatta per i materassi a molle. Ha una durata di vita minore rispetto alle altre reti in quanto l’usura delle molle ne provoca la deformazione.

Una rete a molle potrebbe essere una buona soluzione se desiderate un letto non particolarmente sostenuto. È invece sconsigliata per chi ha problemi di schiena. Inoltre non permette all’aria di circolare in modo corretto attraverso il materasso.

LA RETE A CONTENITORE: la più morbida

rete a contenitore

La rete a contenitore è un'ottima soluzione quando si dispone di poco spazio nella camera da letto perché permette di sistemare molte cose al di sotto del materasso.

Se si sceglie questo tipo di base bisogna fare particolare attenzione al peso massimo supportato dalla rete per potersi alzare e abbassare. Inoltre, questo tipo di rete non permette un'aerazione corretta del materasso, è perciò necessario sollevarla regolarmente per permettere una buona circolazione dell'aria.

IL SOMMIER: il più estetico

rete sommier per il letto

A molle o a doghe, il sommier ha un vantaggio rispetto alle altre reti: l’aspetto. Permette di fare a meno dell’intera struttura letto e di personalizzarlo con uno stile più deciso con i tessuti e i motivi più disparati.

Per questo tipo di rete esistono due tipi di doghe: quelle “coperte” e quelle “visibili”. Le prime sono più rigide delle seconde.

Così come la rete a doghe, il sommier ha il vantaggio di durare a lungo nel tempo, ma bisogna tenere in considerazione il fatto che il tessuto che lo ricopre non permette all’aria di circolare in modo ottimale.

A differenza di certi materassi, Tediber si adatta perfettamente a tutte le reti, ma se dovessimo consigliarne una in particolare, la cosa migliore sarebbe quella di optare per una rete a latte flessibili spaziate di almeno 10 cm l’una dall’altra.

Pubblicato il 15/09/2019

Scopri anche

Come scegliere il miglior materasso singolo
Perché dormiamo cosi' bene nei letti d'hotel?
Materasso sottovuoto e arrotolato: pro e contro
Condividi l’articolo

Scopri le foto dei nostri incredibili clienti