MATERASSO MEMORY FOAM: LA GUIDA PER TROVARE QUELLO GIUSTO

Tempo di lettura : 10 minuti

Generalmente, quando si parla di materasso memory foam l'espressione confonde tutti quanti. Infatti, anche se è la tecnologia che più ha caratterizzato le camere da letto negli ultimi anni, continua ad essere un materiale difficile da descrivere.

Qual è la storia di questo materiale?

Il Memory Foam, in origine chiamato Temper Foam è un materiale creato e sviluppato niente poco di meno che... dalla NASA! Gli astronauti infatti,  quando partivano nelle loro navicelle e poi ritornavano sulla Terra dopo aver completato le loro missioni nello spazio, subivano gli effetti collaterali dovuti alla forza di gravità molto forte. Per questo quindi, la NASA decise di studiare un materiale che potesse aiutare a migliorare le loro condizioni e dopo vari prototipi, brevettò il memory!

La NASA iniziò ad usarlo per imbottire le tute spaziali e le poltrone presenti nelle navette spaziali. Questo materiale rimase un'esclusiva della NASA per molti anni, fino a quando le aziende ebbero finalmente il permesso di poterlo usare. Fu così che iniziarono a nascere i primi materassi in memory che vennero prodotti sfruttando le caratteristiche uniche di questo materiale ovvero la sua abilità di assorbire e distribuire il peso e la termoregolazione del calore a contatto con il corpo.

All'inizio i prezzi proibitivi di questa schiuma non resero questo tipo di materasso molto popolare ma con il passare del tempo, fortunatamente, i materassi in memory hanno ottenuto (a ragione) il successo che meritavano.

Ecco a voi qualche caratteristica del memory foam e alcuni consigli per aiutarvi a scegliere bene il vostro materasso.

materasso tediber

Le proprietà del materasso Memory Foam

Ma cosa si nasconde dietro questo misterioso nome? Innanzitutto, è importante sapere che un materasso in memory, un materasso in memory foam, un materasso in schiuma di memory, un materasso viscoelastico sono la stessa cosa. Queste infatti, sono tutte parole ed espressioni utilizzate per indicare lo stesso materiale.

I materassi che sono costituiti dal memory foam sono materassi ergonomici. Questa definizione fa riferimento al fatto che il materiale permette al materasso di cambiare forma e di adattarsi al peso della persona che vi è sdraiata su. Inoltre un materasso in memory è in grado di ritornare alla sua forma originaria quando non ha pesi su di esso in pochi minuti.

La caratteristica più importante della schiuma in memory foam è quella di permettere di raggiungere un livello di rilassamento senza eguali: si adatta perfettamente alla forma del corpo e assorbe tutti i movimenti.

Ma ci sono altre 4 caratteristiche da tenere bene a mente: la termosensibilità del materiale, la sua comodità e comfort, la sua densità ed i trattamenti utilizzati su di esso.

materasso-memory-foam-mousse

La termosensibilità

Un materasso memory assorbe il calore del corpo, modellandosi di conseguenza. Così facendo, i punti di pressione vengono alleviati permettendo ai muscoli di rilassarsi completamente. Inoltre, tutti coloro che hanno la tendenza a muoversi durante la notte non sentiranno più dolore in qualunque posizione.

Questa caratteristica del memory è molto importante poiché permette al  materasso di adattarsi completamente alla forma del corpo di una persona e può quindi soddisfare le esigenze diverse delle varie persone che lo utilizzano.

La comodità

Alleviando al massimo i punti di pressione e grazie alla speciale consistenza della sua schiuma, il materasso memory foam da l’impressione di dormire su una nuvola.

Al primo contatto, il materasso appare sostenuto, ma poi si ammorbidisce progressivamente sotto effetto del calore del corpo.

Inoltre, è possibile muoversi quante volte si vuole senza rischiare di svegliare il proprio partner perché il materasso riprende velocemente la sua forma iniziale, assorbendo tutti i movimenti.

Più la qualità di un materasso è alta e più dura nel tempo e in particolare la schiuma in memory, naturalmente più densa di quella di altre schiume, fa si' che il materasso duri molto. In media, un materasso del genere è un oggetto che dura 10 anni.

Lo sapevate che passiamo 1/3 della nostra vita sul nostro materasso? E’ per questo che bisogna scegliere accuratamente materassi di qualità. Riposare bene è fondamentale e se un materasso non si adatta bene al nostro corpo e si ha necessità cambiarlo non si deve esitare.

E per quanto riguarda l'argomento materassi e allergie, si può stare tranquilli! Questo perchè la schiuma in memory foam è ipoallergenica, antiacaro, antibatterica e anti muffa.

La densità

La densità della schiuma, espressa in kg/m3, misura la resistenza ed è indicatore di qualità del memory e del materasso in sè. Questo valore corrisponde alla resistenza al sostegno del vostro corpo, dunque al suo confort. A partire dai 40kg/m3, si può già parlare di un buon memory foam che saprà come accogliervi nelle notti che passerete distesi su di esso. E' importanti informarsi sempre sulla composizione e densità dei materiali che compongono il vostro materasso! Questa operazione vi aiuterà infatti non solo a capire se il vostro materasso è di buona qualità ma allo stesso tempo se le schiume potrebbero cedere facilmente o meno con il passare del tempo. Il materasso è un oggetto che ci accompagna ogni notte quindi è necessario che sia di buona qualità e che duri a lungo.

I trattamenti

La schiuma in memory foam è realizzata in poliuretano e prodotti chimici e l’ideale sarebbe scegliere delle schiume in memory foam certificate. Il memory infatti non è un materiale di origine naturale (come alcuni tipi di lattice per esempio) ma se trattato con agenti non nocivi non presenta nessun rischio per il nostro corpo che entra a contatto con esso.

La schiuma memory di Tediber è certificata Certipur e la sua composizione non è dunque nociva, oltre ad avere un impatto ambientale minimo.

Inoltre le colle utilizzare per unire gli strati di schiume nel materasso Tediber hanno una base ad acqua per evitare degli eventuali danni alla salute dei suoi utilizzatori. Parliamo quindi di un materasso, quello Tediber, composto da materiali sicuri e dotato di componenti eco-sostenibili.

Come pulire un materasso in memory foam?

Per quanto riguarda la pulizia di un materasso in lattice e memory foam, è sconsigliato l'uso del vapore. Questa cosa vale per i materassi e guanciali in memory che potrebbero rovinarsi a causa dell'eccessivo calore essendo composti da schiume. L'utilizzo di macchine a vapore è consigliato per materassi non sfoderabili che accumulano più polvere e acari nel tempo, come per esempio i classici materassi a molle, e che hanno bisogno di una pulizia più profonda.

Alcuni consigli utili per la pulizia del memory, invece, sono di passare l'aspirapolvere sul materasso per eliminare lo sporco in eccesso sulla fodera removibile (prima di lavarla in lavatrice). Inoltre, se decidete di usare soluzioni liquide per pulire delle macchie persistenti, ricordatevi di far asciugare molto bene il materasso che se lasciato umido potrebbe sviluppare muffe e funghi.

Ricorpublish_date: la pulizia e l'intrattenimento del vostro materasso sono essenziali per far si che si mantenga a lungo e per garantire al memory di non perdere le sue proprietà.

Perchè preferire un materasso in memory ad uno a molle?

La scelta di un materasso in memory rispetto ad un materasso a molle può portare dei vantaggi notevoli. Qui di seguito provvediamo ad elencare quelli più evidenti ed importanti.

1.I classici materassi a molle normalmente non sono sfoderabili e questo potrebbe essere un fattore scatenante di allergie e problemi  derivati dall'insorgere di acari e polvere. Le schiume che compongono un materasso in memory invece sono anallergiche e antiacaro, come quella certificata Certipur del materasso Tediber.

2.Molte volte l'eccessiva rigidità di un classico materasso a molle potrebbe essere eccessiva. Esso infatti, potrebbe risultare troppo duro poiché, anche se le molle aiutano a distribuire bene il peso del corpo senza farlo affondare, allo stesso tempo rendono il materasso troppo rigido per le persone di corporatura troppo fragile e non robusta. La peculiarità di un materasso in memory invece, è caratterizzata da un livello di elasticità molto alto e la capacità di adattarsi alle forme del corpo, qualsiasi esse siano, senza risultare né troppo rigido né troppo morbido.

3.L’adattamento alla temperatura corporea è un altro fattore importante da considerare quando si comparano le caratteristiche di diversi tipi di materassi. Se da una parte infatti, i materassi in memory foam si adattano perfettamente al calore corporeo e permettono un regolamento della temperatura i materassi a molle non fanno lo stesso. Di solito infatti, questo tipo di materassi a molle (o a molle insacchettate) presentano due lati diversi del materasso, uno estivo e uno invernale ed è necessario girarli a seconda della stagione, non garantendo sempre una regolamentazione ottimale.

4.La qualità dei materassi in memory è visibile, con il passare del tempo, osservando il cedimento delle schiume che lo compongono. Quindi, da subito ci si può rendere conto se il materasso deve essere sostituito o meno dopo un determinato numero di anni. La sostituzione di un materasso a molle invece molte volte avviene più in ritardo di quanto si dovrebbe. Questo perché il cedimento delle molle e della struttura interna non sono possibili da osservare direttamente e segni come nottate insonni, mal di schiena al risveglio e mal di collo fanno capire che potrebbe esserci un problema.

materassi memory foam tediber

Materasso in memory o in lattice?

Come abbiamo visto, il memory è un materiale creato artificialmente con schiuma di poliuretano trattata con sostanze non nocive per il nostro corpo. Quindi, perché preferirlo come componente dei nostri materassi al posto di materiali naturali come il lattice?

Anche un materasso in lattice infatti è ergonomico come uno in memory foam ma presenta delle differenze importanti.

Innanzitutto esistono vari tipi di lattice e quello intermente naturale è derivato direttamente lavorando la pianta di caucciù. I materassi in lattice naturale, per legge, contengono almeno l’85% di materiale naturale al loro interno (ed una piccola parte di lattice sintetico) mentre altri materassi sono prodotti interamente con lattice sintetico derivato dal petrolio.

I materassi completamente in lattice, però, sono generalmente sconsigliati nell'acquisto in quanto richiedono una manutenzione continua e devono essere sfoderati spesso per essere arieggiati. Questo tipo di materassi infatti, tende a trattenere l'umidità e se non è soggetto a una corretta manutenzione potrebbe rovinarsi facilmente e quindi non durare nel tempo.

Inoltre anche se il lattice presenta caratteristiche simili al memory, i materassi fatti di questo materiale tendono a non trattenere le vibrazioni. Il lattice infatti, a differenza del memory foam, non trattiene i movimenti ma anzi, risponde a questi con dinamicità. Per questo i materassi in lattice non sono adatti a persone che si muovono spesso durante la notte. Il memory foam invece attutisce e assorbe le vibrazioni generate dai movimenti del corpo garantendo stabilità e la fermezza del materasso. Il lattice inoltre è un materiale molto elastico che, come il memory, è in grado facilmente di adattarsi alla forma del corpo. Per questo, un materasso totalmente in lattice non è consigliato: a lungo andare potrebbe deformarsi a causa del peso della persona che lo utilizza. Per evitare ciò potrebbe essere utile girarlo spesso ed utilizzare tutti e due i suoi lati ma sarebbe meglio preferire un materasso in memory foam per evitare questo tipo di situazione. Un materasso in memory infatti, non ha necessità di essere girato poiché così facendo si perderebbero tutti i benefici che esso offre.

materasso memory foam tediber
 

Come scegliere il migliore materasso memory foam?

La schiuma in memory foam assorbe il calore del corpo per poi rilasciarlo in un secondo tempo. Se si suda molto la sensazione che ne deriva non è quindi tra le più piacevoli.

Inoltre, la sensazione di essere ben avvolti dallo strato iniziale del materasso che all'inizio può risultare gradevole può a lungo andare darvi l’impressione di dormire su delle sabbie mobili. Non essendo su una spiaggia hawaiana, non è esattamente quello che ci aspettiamo quando si dorme su un materasso!

Per evitare quindi che il memory foam provochi sensazioni spiacevoli con il passare del tempo, Tediber vi ha sovrapposto 2,5cm di lattice microforato. Il lattice è un materiale naturalmente termoregolatore e fresco che permetterà dunque di non farvi sentire troppo caldo mentre dormite.

L'altezza del materasso è di 25cm di cui quindi i cm di strato in memory foam corrispondono a 3,5cm. Questi 3,5 cm di memory costituiscono lo strato centrale del nostro materasso e sono fondamentali per garantire quella sensazione di "accoglienza" tipica del materasso Tediber.

Il materasso Tediber offre così la sensazione di dormire su una nuvola sfruttando la tecnologia del memory, permettendo tuttavia di non sentire troppo caldo durante la notte.

Se volete saperne di più date un'occhiata al sito di Tediber per scoprire o approfondire le caratteristiche del materasso Tediber e conoscere tutti gli altri incredibili prodotti!

Pubblicato il 16/09/2019

Scopri anche

Come scegliere una rete per il materasso?
MATERASSO MATRIMONIALE: COME SCEGLIERE QUELLO GIUSTO?
Come dormire quando fuori ci sono 30 gradi
Condividi l’articolo

Scopri le foto dei nostri incredibili clienti