MATERASSO SOTTOVUOTO E ARROTOLATO: PRO E CONTRO

Tempo di lettura : 3 minuti

Arrotolare il colletto del maglioncino invernale: check! Arrotolare il burrito prima di divorarlo: check! Arrotolare il giornale sotto al braccio: check! Arrotolare il materasso: ehm…?

Si', si', ricevere un materasso a domicilio sottovuoto e arrotolato è davvero possibile.

Questa tecnica d’imballaggio è un’innovazione che sta rivoluzionando il mercato dei materassi.

I materiali sono rispettati, il trasporto e l’apertura sono estremamente facili e i costi sono notevolmente ridotti: tutto questo sta diventando una vera e propria rivoluzione!

MA COME FUNZIONA?

E’ facilissimo! Il materasso è imballato e poi compresso per ridurre il suo volume al minimo. Viene poi arrotolato come un maki o un burrito (si, abbiamo sicuramente scritto l’articolo poco prima della pausa pranzo!) prima di essere infilato in uno scatolone che possa proteggerlo durante il suo breve viaggio verso i suoi futuri proprietari. Una volta ricevuto basterà aprire delicatamente l’involucro e… magia! Il materasso si aprirà e riprenderà la sua forma in pochissimo tempo.

Ecco come facciamo, tecnicamente parlando, per comprimere e arrotolare i nostri materassi Tediber.

Una volta superato il controllo qualità il materasso finito viene inserito in una confezione igienizzata in plastica. Passa poi in un macchinario che attraverso una pressa elimina l’aria in eccesso dall’involucro, fino a che non raggiunge uno spessore di pochi centimetri.

Questa pellicola protettiva viene poi sigillata a caldo e il materasso viene arrotolato e inserito in un secondo involucro in plastica trasparente, che gli farà mantenere la forma “a tubo”, proteggendo l’imballo interno dai danni causati da urti o graffi durante il trasporto. Anche questo imballo viene sigillato, e poi hop, il materasso è pronto per essere trasportato!

Il materasso sottovuoto, in realtà, non è quindi tecnicamente “sottovuoto”, in quanto l’aria al suo interno non viene aspirata ma pressata. Si potrebbe quindi parlare di “sottovuoto-al-contrario”, perché l’aria non viene aspirata fuori, ma soffiata all’esterno a mezzo di una pressa meccanica.

materasso tediber

QUALI SONO I VANTAGGI?

Presa in mano facile:

Un materasso richiede spesso due persone, o anche di più a seconda della corporatura, per poter essere trasportato. Buona notizia! Un materasso sottovuoto e arrotolato può essere facilmente trasportato da una sola persona.

Consegna rapida ed ecologica:

I materassi sottovuoto occupano (ovviamente!) meno spazio sia in fase di stoccaggio che di spedizione, il che permette di trasportare più materassi in uno stesso camion, ottimizzando gli spazi e limitando molto le emissioni di CO2. Inoltre, in questo modo i materassi possono anche essere trasportare in bici. Meno trasporti su gomma è un buon punto per il nostro pianeta, no?

Condizioni igieniche ottimali: 

Quando si mette un materasso sottovuoto l’aria viene espulsa in modo tale che le condizioni igieniche del prodotto siano le stesse tra il momento del confezionamento, che per legge devono essere praticamente perfette, e quello della consegna. Una volta sottovuoto, infatti, il materasso sarà al riparo da batteri, virus e altri agenti che si propagano nell’aria e che se a contatto con il materasso possono creare muffe.

Costi minori:

Meno spazio occupato in termini di stoccaggio e consegna significano meno costi di stoccaggio e di spedizione. Di conseguenza, i costi di logistica sostenuti dall’azienda saranno inferiori e ti permetteranno di acquistare il prodotto ad un prezzo inferiore.

QUESTA TECNICA PUO ROVINARE IL MATERASSO?

Questo metodo funziona perfettamente con schiume di alta gamma ad alta densità ma non con materassi a molle. Se il materasso è compatibile, questa tecnica non lo rovinerà in alcun modo e non appena liberato dalla sua custodia sarà fresco come una rosa!

I nostri materassi Tediber sono consegnati sottovuoto e arrotolati per permetterci di risparmiare sui costi di logistica e investire sulla qualità. Abbiamo infatti creato un unico modello che combina il meglio di tre tecnologie (lattice per la termoregolazione, memory foam per alleviare i punti di pressione e schiuma ad alta resilienza per il sostegno) ad un prezzo che permette di rendere accessibile a tutti un incredibile materasso.

Pubblicato il 28/01/2020

Scopri anche

Il mese del bianco – Come scegliere le lenzuola
6 idee per dei regali di Natale che vi cambieranno la vita
Siamo più creativi di notte?
Condividi l’articolo